Sito ufficiale Corticella

HomeNewsArticoliFaenza - Corticella 2 - 1!

Filtra

Cerca:

Effettua la ricerca sul testo delle News.

Categoria:
Data:

Faenza - Corticella 2 - 1!

#Faenza #Grazia / 07/01/2019 07:33

Faenza: Calderoni, Missiroli, Albonetti, Fantinelli, Gavelli, Teleman, Lanzoni G.(60’ Venturelli), Tosi (85’ Franceschini L.), Bonavita, Gardenghi, Malo

A disposizione: Tassinari, Perugini, Franceschini D., Venturelli, Franceschini L., Bertoni, Savioni, Lanzoni P., Navarro
Allenatore: Assirelli

Corticella: Stanzani, Marchesi Matteo, Ballarini(75’ Maccagnani), Marchesi Marco, Nebunelea (46’ Campanini), Tonelli, Grazia, Cipriano, Tedeschi, Marongiu, Broglia (91’ Nanetti)
A disposizione: Mezzetti, Bigi, Postiglione, Nanetti, De Filippo, Sica, Andronachi
Allenatore: Fancelli

Marcatori: 24’ Tosi, 63’ Gardenghi (F), 81’ Grazia (C)
Ammoniti: 41’ Marongiu, 54’ Tonelli, 70’ Marchesi Matteo (C), 90’ Teleman (F)


Si apre il 2019 e con lui il girone di ritorno del campionato di Eccellenza, girone B.
I nostri ragazzi vengono da una sconfitta netta contro il Progresso nel derby, ma hanno avuto modo di lavorare intensamente durante la pausa ed hanno voglia di mostrarlo fin da subito, partendo aggressivi e non lasciando spazi alla compagine faentina.
Il primo squillo è di bomber Marongiu, che vuole festeggiare al meglio il suo ventottesimo compleanno: dribbling secco al limite dell’area, palla sul mancino e conclusione immediata, ma il tiro è troppo strozzato e non impensierisce Calderoni.
Squadra corta e aggressiva, riesce a neutralizzare bene le fonti di gioco dei padroni di casa che, seppure si presentino in campo con un assetto offensivo, non creano azioni degne di nota nella prima metà di tempo.
Sono piuttosto gli ospiti, ad avere spazi e a creare situazioni potenzialmente pericolose, ma senza mai riuscire ad affondare il colpo decisivo alla retroguardia romagnola.
Purtroppo in questa categoria, se non fai male, ti fai male ed è quello che accade al 24° minuto, alla prima vera occasione per il Faenza: palla sopra di Gardenghi all’indirizzo di Tosi, che si stacca abilmente dalla marcatura di capitan Ballarini e con un preciso mancino rasoterra trova il vantaggio per i suoi.
Colpo che fa male ai ragazzi di Fancelli, i quali provano, nella seconda metà del match, a riprendere in mano la gara, forti della supremazia della prima frazione.
Fioccano le occasioni: al 52° palla lavorata bene da Grazia per Ballarini, che con un cross meraviglioso pesca Broglia al centro che colpisce di testa da buona posizione, ma la sfera termina debolmente fra le braccia di Calderoni.
Pochi minuti più tardi ancora un’occasione per il Corticella, sui piedi di Grazia, che lascia partire il destro dal limite dell’area. Palla che termina di un nulla a lato.
Ci prova anche Marco Marchesi, che dopo una respinta della difesa su calcio piazzato, riesce a liberare il destro ma neanche lui trova lo specchio per poco.
La squadra manfreda è alle corde, ma come nella prima frazione, alla prima opportunità raddoppia in maniera spietata: ennesimo lancio lungo dalla retroguardia, stacco di testa di Bonavita che viene rimpallato dalla difesa, ma incredibilmente finisce sui piedi di Gardenghi. Nel cuore dell’area di rigore, è una sentenza ed è 2-0.
Altra botta pazzesca, ma è ancora troppo presto per arrendersi ed è Grazia, capitano della squadra dopo l’uscita di Ballarini, a provarci con maggior convinzione, collezionando un’occasione clamorosa di testa, con la palla che supera Calderoni ma anche la traversa di un soffio.
Quando mancano 10 minuti al termine, con una squadra totalmente a trazione anteriore, arriva la rete della speranza, proprio di Grazia, che sfrutta al meglio una bella palla lavorata al centro da Tedeschi, trovando con un colpo da biliardo il goal che mette tutto in discussione.
Il Faenza soffre terribilmente ed è ovviamente rintanato nella sua area di rigore, tenendo i pericoli lontani dalla zona più pericolosa del campo.
Non ci riesce all’ultimo minuto, quando concede una punizione a pochi metri dal limite a Marongiu: battuta magistrale dell’attaccante ferrarese, che supera in maniera perfetta la barriera lasciando impietrito Calderoni.
Sarebbe tutto bello e giusto, se la palla si spegnesse in fondo al sacco, ma il calcio non è così e il palo salva l’estremo difensore locale, permettendo alla sua squadra di portare a casa 3 punti fondamentali.
Buona prestazione, pessimo risultato: ora servono punti, per uscire da una situazione difficile.

#ForzaCorticella


Seguici su Facebook

Classifica