Sito ufficiale Corticella

HomeNewsArticoliDiegaro - Corticella 2-0!

Filtra

Cerca:

Effettua la ricerca sul testo delle News.

Categoria:
Data:

Diegaro - Corticella 2-0!

#Eccellenza / 01/04/2019 07:40

Diegaro: Foiera, Bartoletti (85’ Pagliarani), Vitali, Ravaglia (60’ Mazzuoli), Antoniacci, Varrella, Casadei (66’ Renzi), Sankhare, Gobbi (67’ Morganti), Domini, Rizzitelli (81’ Lombardini)
A disposizione: Fabbri, Mazzuoli, Lombardini, Renzi, Meoni, Paglarani, Giornali, Morganti, Cozzino
Allenatore: Siviero

Corticella: Stanzani, Andronachi (52’ Sbaragli), Marchesi Matteo, Cristopher, Nebunelea, Tonelli (88’ Campanini), Busi, Cipriano, Tedeschi (15’ Marongiu, 76’ Marchesi Marco), Nanetti, Sica (69’ Maccagnani)
A disposizione: Mezzetti, De Filippo, Grazia, Cordoni
Allenatore: Fancelli

Marcatori: 46’ Casadei, 72’ Antoniacci (D)
Ammoniti: 30’ Sankhare (D), 46’ Tonelli, 63’ Cipriano (C)
Espulsi: 75’ Sbaragli, Cipriano (C)

Al 10° minuto occasione clamorosa per i padroni di casa: dribbling nel cuore dell’area per Gobbi, che trova il fondo e mette un gioiello per Casadei, puntuale a farsi trovare nella posizione giusta ma impreciso sotto porta, spazza Tonelli.

Pochi minuti più tardi ci prova Gobbi pallone deviato però sul fondo da un suo compagno.
Reagisce il Corticella, incursione in area di rigore avversaria con Nanetti, Marongiu e Busi che tentano la conclusione, ma in un modo o nell’altro si salva in extremis il Diegaro.
Entrambe le squadre faticano a costruire su un terreno di gioco a dir poco incidentato, ma reggono bene le rispettive difese e le occasioni migliori nascono da errori individuali o da piazzati.

Alla mezz’ora ci prova con un colpo di testa Cristopher, mandando alto di poco il suggerimento su punizione di Marongiu.
Cinque giri di lancette più tardi è Casadei a rendersi pericoloso, cercando di approfittare di una palla persa in uscita dalla retroguardia, ma la sua conclusione da posizione defilata termina alta sopra la porta difesa da Stanzani.
Più tardi è Rizzitelli a seminare il panico, tagliando tutto il campo da destra a sinistra, ricavandosi uno spazio sufficiente alla conclusione con il mancino, non trovando lo specchio per un nulla.

All’ultimo respiro del primo tempo arriva un episodio chiave dell’incontro, probabilmente quello decisivo: lancio lungo della retroguardia romagnola, ingenuità di Matteo Marchesi che non riesce a rilanciare il pallone consegnandolo nel cuore dell’area a Rizzitelli. Dribbling secco a cui Tonelli abbocca troppo facilmente e rigore sacrosanto per i padroni di casa. Dagli undici metri si presenta Casadei, che spiazza Stanzani e porta in vantaggio i suoi.

La seconda metà di gara è ovviamente in mano agli uomini di Fancelli, che però faticano a trovare spazi nella difesa romagnola, che parcheggia come da copione il pullman davanti alla propria area di rigore.
Al 55° minuto ci provano su calcio piazzato, respinta maldestra di Foiera ma nessuno riesce a sfruttare l’occasione e la difesa può liberare.
Ancora Nanetti, che prova a sfruttare il suggerimento di Busi e calciare verso la porta, trovando prima la dubbia opposizione del difensore, poi spedendo alto la sfera.
Al 65° Marongiu ci prova da lontanissimo con una punizione delle sue, Foiera si oppone come può ma ancora una volta sulla respinta è più svelta la difesa e si salva.
Si affacciano al 70° minuto per la prima volta nella metà campo offensiva gli uomini di Siviero, che trovano un prezioso corner su chiusura della difesa. Dalla bandierina battuta corta sul primo palo, dove arriva Antoniacci in terzo tempo, stacco poderoso e raddoppio romagnolo.
Provano a reagire i nostri ragazzi, macinando gioco e cercando di sfruttare un episodio, invece al 75° arriva una doccia gelata: al termine di un normale bisticcio fra giocatori, con protagonisti Sbaragli e Antoniacci, il guardalinee ritiene di dover segnalare al direttore di gara un fallo a palla lontana dell’attaccante bianco azzurro. Rosso diretto per Sbaragli e pure per Cipriano, che in vesti di capitano era andato a protestare con l’arbitro. Momento di assoluto protagonismo di 2/3 della terna, che riesce a far uscire di scena due giocatori per un non episodio violento.
Non si avverte per nulla la doppia inferiorità numerica, con la compagine bolognese che mette sotto il Diegaro fino al termine del match, senza però avere la forza di creare occasioni dalle parti di Foiera.
Momento delicatissimo in campionato, ma è proprio questo il momento di fare quadrato, trovare le forze e dare il massimo nelle prossime gare, per cercare di uscire dalla zona play-out.
#ForzaCorticella


Seguici su Facebook

Classifica